Professor
Patrizio
Rigatti

Specialista in Urologia e Chirurgia Generale

Cosa fare dopo il tumore alla prostata

Il Professor Rigatti è stato ospite di numerose trasmissioni televisive di informazione medica e attualità, trasmesse dalle principali reti nazionali. Ha inoltre collaborato con numerosi comitati editoriali di trasmissioni televisive di cultura medica. Numerose sono inoltre le interviste rilasciate dal Professor Rigatti a diverse testate e quotidiani nazionali.

Cosa fare dopo il tumore alla prostata

Sono 50 mila ogni anno in Italia le nuove diagnosi di tumore alla prostata. «Metà di queste persone - spiega Patrizio Rigatti, direttore della clinica urologica del San Raffaele - decide di farsi operare o comunque trattare con radioterapia». Succede però che la malattia possa riprendere, ogni focolaio può rinascere. A volte velocemente, altre volte più lentamente. Per questo sono consigliati controlli medici, anche per molti anni. La malattia va trattata subito e a seconda del tipo di focolaio ci sono diversi modi per affrontarla.

Venerdì, 7 Settembre, 2012

in Evidenza

Patrizio Rigatti, 71 anni, tra i più noti urologi a livello internazionale, ha avviato una stretta collaborazione con l'unità operativa di Urologia del San Raffaele Giglio di Cefalù. Arriva dal San Raffaele di Milano, dove è stato dal 1985 primario della [...]
Considerato esperto di grande livello, Patrizio Rigatti, tra i più noti urologi a livello internazionale, ha avviato, da questa settimana, una stretta collaborazione con l’unità operativa di urologia del San Raffaele Giglio di Cefalù. “Ci onora – ha [...]
Patrizio Rigatti, tra i più noti urologi a livello internazionale, ha avviato, da questa settimana, una stretta collaborazione con l'unità operativa di urologia del San Raffaele Giglio di Cefalù. «Ci onora - ha detto il presidente Stefano Cirillo - che [...]